Davide Ravera consulente finanziario indipendente logo

Indice

Metodi per risparmiare

In questo articolo voglio portarvi dieci modi reali per risparmiare anche 100 euro al mese, ma senza dover modificare il vostro stile di vita. Riflettendo sulle nostre abitudini possiamo renderci conto degli eccessi e delle offerte che abbiamo intorno! Rivalutando i costi ricorrenti, tracciando le nostre spese e organizzando il denaro possiamo fare la differenza sulla nostra situazione finanziaria

1. Ottimizzare i costi finanziari

Questo punto è molto importante e anche banale per certi versi, però spesso mi capita di avere a che fare con clienti ad esempio che non hanno una struttura efficiente da questo punto di vista. Al giorno d’oggi esistono delle soluzione finanziarie a costo zero che permettono di risparmiare anche fino a 100 euro l’anno. Ad esempio, non dovreste pagare per ricevere il vostro stipendio sul conto in banca, non dovreste pagare per fare bonifici e in generale dovreste avere meno costi possibili legati al vostro conto corrente.

Conto deposito

Dovreste avere un conto deposito o comunque un veicolo per investire la liquidità che vi serve da parte per le spese future che avreste, da questo conto deposito è possibile avere una remunerazione. Al giorno d’oggi il tasso monetario che si riceve per mantenere i soldi nel conto deposito è attorno all’1,9% . Quindi magari un anno fa non aveva senso prenderlo in considerazione, mentre con i rialzi dei tassi d’interesse che ci sono stati ultimamente il rendimento ottenibile con questa soluzione inizia a farsi interessante.

Ottimizzare i costi da investimento

Ottimizzare i costi da investimento non vuol dire per forza utilizzare il broker che ha i costi più bassi, però cercare di capire quali sono le vostre esigenze e cercare di non paare più del dovuto è fondamentale.

Ovviemanete questo è valido sia a livello di utilizzo del broker, ma anche a livello dei singoli investimenti e strumenti finanziari che utilizzate.

2. Servizi di cashback

Ultimamente stanno spopolando sempre di più delle offerte di cashback da parte di numerosi servizi, andare alla ricerca delle offerte più conveniente potrebbe essere una soluzione interessante. Ovviamente il mio consiglio rimane comunque quello di dedicare il giusto tempo a questa ricerca, perchè poi essa stessa rischia di diventare una perdita di tempo e quindi di essere inefficace.

Carte Crypto

Legato al punto precedente è anche il tema delle carte crypto. Non sto assolutamente sponsorizzando alcuna delle carte crypto, sto solo segnalando che molte queste offrono servizi di cashback molto interessanti. Stiamo parlando di cifre piccole (intorno al 3%) che però se ripetute nel corso di un anno ad esempio possono portare dei vantaggi interessanti. Il mio consiglio rimane comunque quello di tenere una parte limitata del proprio portafoglio all’interno di questi servizi dato che sono molto rischiosi.

3. Guardare le offerte

Spesso questo punto viene trascurato, ingiustamente però perchè in tutti i supermercati e negozi che siamo soliti frequentare spesso è possibile trovare delle offerte vantaggiose ed interessanti per i prodotti che acquistiamo solitamente ma anche per prodotti simili. Questo consiglio è valido anche per l’online, quando facciamo acquisti online infatti è anche forse più facile andare a trovare i prezzi più convenienti attraverso strumenti ad hoc come per esempio “trovaprezzi.it”.

Rivalutare i costi ricorrenti

Quando parlo di costi ricorrenti parlo ad esempio di quelli legati alle bollette. Spesso per pigrizia infatti si tende a mantenere l’abbonamento che si è fatto in passato, ma magari negli ultimi anni si sono affermati nuovi player sul mercato con costi nettamente più bassi. Il rischio è quindi quello di continuare a spendere cifre alte perchè non si ha voglia di guardarsi intorno e rivalutare nuove offerte. Per costi ricorrenti intendo anche tutti quelli legati agli abbonamenti (i vari Disney+, Netflix, Amazon Prime, etc..), qua il mio consiglio non è quello di eliminarli tutti, quello che intendo è di valutare in maniera oggettiva semplicemente quanto utilizziamo ogni servizio e nel caso andare a cancellare quelli che ci rendiamo conto di utilizzare meno. Non ci sarà nessun problema nel caso in futuro a riattivare l’abbonamento se ne avremo bisogno.

4. Risparmiare sui viaggi

Risparmiare su BlaBlaCar

BlaBlaCar è un’applicazione per i viaggi in macchina che permette di condividere il viaggio pagando un prezzo fisso deciso dal conducente, permettendo di risparmiare quindi sul costo della benzina e sulle emissioni di anidride carbonica. E’ un servizio che ho utilizzato spesso nei miei viaggi. Soprattutto se si va da una grande città a una destinazione turistica o comunque verso il mare o verso la montagna è molto semplice che la macchina vienga riempita e, se si ha una macchina che non consuma troppo, è possibile persino guadagnare di più di quanto si spende per le spese del viaggio, quindi il costo del viaggio è praticamente annullato.

Prenotare in anticipo i viaggi

E’ un punto banale ma prenotare i viaggi in anticipo permette di avere più strutture a disposizione. Ancora meglio se tutto questo viene fatto con cancellazione gratuita, essa permette infatti di valutare last minute le ultime disponibilità. Solitamente infatti la settimana prima del viaggio guardo se sono rimaste delle strutture e se hanno degli sconti, permettendomi quindi di cancellare quella che avevo prenotato inizialmente e facendomi risparmiare dei soldi.

Prenotazioni su Booking

Booking è uno dei player principali per le prenotazioni di hotel in vari paesi, quando lo si utilizza è consigliabile prenotare da mobile perchè ci sono delle scontistiche dedicate e può capitare di risparmiare anche il 10/20% rispetto al computer.

5. Comprare beni realmente utili

Non per forza bisogna comprare qualcosa per lo sfizio di comprarla, quello che andiamo ad acquistare può essere anche utile dal punto di vista finanziario per aiutarci a fare più soldi, a lavorare meglio e più efficacemente, etc. Ad esempio, c’è sempre quell’amico che vuole comprare costantemente il nuovo I-phone che esce, quando magari è un bene che non serve a tutti i costi. Ecco i soldi che quell’amico spende per il suo I-phone ogni anno potrebbe sicuramente spenderli per motivazioni differenti.

6. Valutare il ricondizionato

Su Amazon oramai è possibile trovare dei prodotti ricondizionati che sembrano essere praticamente nuovi a tutti gli effetti, quando state per comprare qualche prodotto tecnologico nuovo quindi vi consiglio di guardare prima su Amazon perchè i soldi che potete andare a risparmiare possono essere veramente tanti. Senza parlare inoltre di tutti i vantaggi dal punto di vista ambientale che questa scelta potrebbe comportare.

7. Essere minimalisti con il proprio guardaroba

Non sto assolutamente dicendo di avere tre vestiti e di mettere sempre quelli, il mio consiglio da questo punto di vista è quello di selezionare alcuni vestiti (non troppi) su cui per voi ha senso spendere soldi, ad esempio per motivi lavorativi oppure perchè vi piace molto e ci tenete ad averlo. Per gli altri vestiti magari ha senso andare un po’ più al risparmio e cercare di prendere vestiti non di marca o comunque a prezzi più bassi. In generale per questa categoria di prodotto è fondamentale non fare acqusti impulsivi e non farsi trascinare dalle pubblicità dei brand, se no il rischio è quello veramente di sperperare una marea di soldi e di non utlizzare magari i vestiti in maniera adeguata a quello che abbiamo speso.

8. Tracciare le proprie spese

Se non vi rendete conto di come escono i soldi dalle vostre tasche e del perchè spendete così tanti soldi ogni mese, vi consiglio di iniziare a tracciare le proprie spese mensili e di dividerle in categorie. Questo vi aiuterà ad essere più consapevoli e di capire come spendete i soldi, di conseguenza potrete andare a capire cosa tagliare e come risparmiare.

9. Avere un budget

Legato al punto precedente, può essere utile anche andare a fare un budget inzialmente soprattuto per quelle categorie di spese che ritenete essere troppo alte. Ad esempio, se vi rendete conto che state spendendo troppo in cene ha senso darsi un budget mensile in cene e rispettarlo in modo da essere anche qui più consapevoli e programmare di conseguenza le proprie spese.

10. Organizzare le proprie entrate

Oltre che per le spese, ha senso andare a lavorare anche a monte sulle entrate. Una volta che siete consapevoli di quello che spendete ogni mese, potrete infatti andare a dividere ogni volta che vi arrivano i bonifici degli stipendi i soldi attraverso bonifici automatici. I soldi che vi entrano possono essere divisi ad esempio fra conto di investimento e conto corrente, lasciando sul conto corrente solo quelli che sapete vi serviranno per il mese successivo.

Il servizio di consulenza previdenziale ti permette di valutare l’efficienza della tua situazione pensionistica. Il servizio comprende la simulazione della tua futura pensione a partire dal tuo storico INPS, la scelta dei migliori fondi integrativi e la valutazione delle soluzioni di contribuzione ottimali per massimizzare i vantaggi.

Davide Ravera

Davide Ravera

Ciao, sono Davide Ravera, consulente finanziario indipendente iscritto all'Albo e al CFA Program. Dopo esperienze come analista equity, risk management e portfolio management presso due importanti banche austriache, ho intrapreso la strada come consulente finanziario autonomo per poter aver un impatto positivo sulle scelte finanziarie delle persone.